Giovanni Gastel, la fotografia digitale, Instagram

Giovanni Gastel

Giovanni Gastel è forse il più famoso fotografo di moda italiano.

Il nome di Giovanni Gastel è affiancato nella storia a fotografi come Helmut Newton, Richard Avendon, Annie Lebowitz, Mario Testino e Jurgen Teller.

Ieri sera ho potuto ascoltare la visione di Gastel sul mondo della fotografia digitale, i telefonini etc.

Gastel ha la capacità di essere sintetico, preciso, pratico. E’ ottimista e ha la capacità di vedere gli strumenti democratici come una opportunità.

Purtroppo non ho trovato questo intervento online ma provo a riassumere alcuni punti
(perdonate eventuali errori/omissioni dovuti alla memoria):

– Tutta la fotografia digitale è la nascita della fotografia. La fotografia precedente è archeologia della fotografia

– La fotografia digitale non è la morte ma anzi la possibilità del media fotografico di essere oggi protagonista nel mondo

– Instagram i telefonini e gli scatti veloci sono un modo di fare fotografia che non puoi fare con banco ottico o altri metodi. Vale lo stesso per il contrario

– La pellicola non morirà mai e rimarrà nicchia

– Tutti sanno scrivere ma pochi diventano grandi autori

 

Alcuni link:

1) L’ intervista finale a Giovanni Gastel – Virus 25/04/14;

2) Biennale della fotografia: Giovanni Gastel (da cui è tratta la foto qui sopra);

3) Una recente intervista che raccoglie alcuni spunti sulla fotografia digitale:

 



JTT Partners supporterà Lisa Norden nel 2013       Human Touch in Marketing